• 23
  • Giu
Author

Infarto a calcetto, salvato dalla colletta per il defibrillatore

LEGNARO (PADOVA) Stava giocando a calcetto con gli amici come tante altre volte, quando ha perso conoscenza e si è accasciato al suolo all’improvviso. E se il suo cuore ha ripreso a battere dopo pochi istanti, l’uomo deve ringraziare la colletta per il defibrillatore e la prontezza di un compagno che sapeva maneggiarlo. È in buone condizioni il trentacinquenne di Legnaro che martedì sera è arrivato in ospedale a Padova con i postumi di un arresto cardiaco, rimediato giocando a calcetto e scongiurato grazie al pronto intervento di chi ha assistito alla scena. L’uomo non ha malattie del cuore conclamate e ha sempre sostenuto le visite medico-sportive di prassi, per cui non sembra esserci nessuna controindicazione. Invece, durante una delle partitelle, il giocatore è colto da un malore tanto acuto quanto inaspettato. Capendo la gravità della situazione, compagni di squadra e avversari sospendono immediatamente la partita; qualcuno prende il telefono e chiama il 118, qualcun altro teme il peggio e si mette le mani nei capelli, ma c’è anche chi si rimbocca le maniche e prova a rianimare l’amico. In questi casi, del resto, intervenire subito è fondamentale. E qui, oltre alla fortuna, entra in gioco anche la lungimiranza. Poco tempo prima infatti la compagnia di amici appassionati di calcetto aveva acquistato un #defibrillatore e l’aveva fatto collocare proprio a bordo campo, pronto all’uso in caso di emergenza.
Avere un #Defibrillatore può fare la differenza tra la vita e la morte, non ci stancheremo mai di ripeterlo.
Non c’è bisogno di essere obbligati dalla Legge per dotarsi di questo meraviglioso strumento salvavita.
L’unica accortezza da avere è quella di sceglierne uno di qualità che duri e sopratutto sia efficace nel tempo.

Fonte http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2017/22-giugno-2017/infarto-calcetto-salvato-colletta-il-defibrillatore-2401710973023.shtml